Lambic

Il lambic è la birra “base” e viene prodotta con malto d’orzo e frumento non maltato, luppolo vecchio di 2/3 anni, povero d’aroma e con caratteristiche amaricanti. L’invecchiamento avviene in botti per un periodo che varia da un anno (giovane) fino a tre anni (vecchio). Il lambic invecchiato di un anno ha un’acidità non troppo aggressiva, l’aroma ha un sentore di legno e una leggera morbidezza che con il passare del tempo viene sostituita da una maggiore acidità e da una complessità di aromi. Il lambic invecchiato di tre anni, invece, non ha gasatura e presenta al naso sentori di sella di cavallo, cuoio sudato, animale e stalla. Nonostante le birre a fermentazione spontanea siano una tradizione del Belgio, negli ultimi anni si sono sviluppate in tutto il mondo produzioni di birre simili con profumi e sensazioni che richiamano differenti terroir. Queste birre presentano sentori diversi dipendenti dal luogo di produzione e non classificabili. È comunque sempre presente un’acidità più o meno spiccata con sentori animali più o meno pronunciati. Ne gruppo gruppo delle lambic rientrano anche birre nelle quali vengono utilizzati differenti frutti quali il sambuco, il gelso, le ciliegie, i lamponi, le pesche e altri frutti o anche fiori.