Faro

Il Faro si ottiene aggiungendo al lambic una miscela di zucchero (solitamente candito) e acqua. Tradizionalmente veniva “creato” direttamente nei locali di mescita. Un tempo il Lambic di partenza era la birra marzolina, un Lambic con un grado Plato non superiore a 6° che veniva tagliato con la componente più vecchia del Lambic affinata per almeno 3 anni in botte. Oggi molti produttori lo propongono direttamente ai loro clienti, mentre è sempre più raro trovarlo fatto al momento nei locali. In questa birra i sentori sono contrastanti: dolce e acido allo stesso tempo. Troviamo una componente zuccherina percepibile anche al naso seguita da una contrapposizione acida proveniente dal lambic che dà alla birra un sapore unico.